Quaranta Locatelli “La seduzione dell’accessorio”

FOTO POCHETTE

La cura e  la dedizione è la strada certa  per realizzare i propri sogni.

Il fascino fornito da un dettaglio di moda è la via essenziale di  quel tipo di esperienza con cui ci presentiamo al mondo individualmente.  E quei piccoli dettagli di moda ci differenziano in maniera unica, comunicando un’idea di bellezza, di armonia, di relazione e seduzione come  segni distintivi del nostro presentarci agli altri. E se per il filosofo greco  Platone la bellezza corrispondeva alla verità, con le sue sensazioni piacevoli, con le suggestioni emozionali – in grado di suscitare benessere, armonia, accordo -potremmo  allora dedurre oggi che la bellezza della moda si possa cogliere anche in quel particolare, in quel dettaglio creativo e qualitativo unicamente fatto.   E naturalmente ciò che è unicamente fatto è per sua natura seducente, perché posseduto esclusivamente. “È l’accessorio di moda basilare, indimenticabile, non visto, quello che preannuncia il tuo arrivo e prolunga la tua partenza”,  cosi diceva Coco Chanel quando alludeva al fatto che lo stile – soprattutto quello dato dall’accessorio – rappresenta l’abito dei nostri pensieri: sofisticati, attenti, eleganti, di gusto, raffinati, unici. Come già Charles Baudelaire disse, potremmo così ripetere che: “ si deve considerare la moda come un sintomo del gusto dell’ideale che affiora nel cervello umano  al di sopra di tutto ciò che la vita naturale vi accumula di volgare, di terrestre, di immondo”. Così  gli accessori, e tra questi, anche cravatte, foulard e papillon, sciarpe, pochette e stole in tessuti pregiati, nella delicatezza della seta e nella voluttà del cashmere, lavorati a mano, diventano il segno di una distinzione unica e si trasformano in oggetti magici, perché dotati di un potere di fascinazione straordinaria,  in quanto elegante vocazione alla distinzione. Tutto questo vuole  rappresentare la produzione della famiglia Quaranta Locatelli, il cui marchio rappresenta nel brand partenopeo uno tra i più rinomati e graditi per la raffinatezza delle produzioni, per la qualità delle stoffe e per l’originalità dei disegni: tutti lavorati a mano con la massima esperienza e la virtuosa cura del dettaglio creativo, ma anche dell’innovazione digitale e artigianale. Persino semplici foulard diventano così foulard d‘arte, che sembrano respirare e muoversi  nella sinuosità della seta e nelle rappresentazioni talentuose  e che rivivono in nuove e pregiate stoffe, vestendo con inconsueta eleganza e peculiarità, con grazia e stile, colui che sceglierà di indossarle con  tanta cura e attenzione. Qui l’arte si coniuga davvero con la moda in un discorso indissolubile, perché dipinti, fotografie, e affreschi prendono nuova vita su stoffe e tessuti pregiati da indossare; si esprimono e respirano nuove emozioni nella moda stessa, che diventa ora arte e decoro esclusivo, realizzato con colori densi, per regalare piacevoli sensazioni visive e tattili. Piccoli lussi quotidiani, tenui piaceri e delicate immaginazioni, elegantemente sospese nella volontà di presentarsi in modo unico e  che possono realizzarsi attraverso dettagli esclusivi, proprio come quelli proposti dalla produzione di Quaranta Locatelli.

Silvana Di Giovanni, direttrice e amministratore dell’azienda,  con dolcezza di modi e voce accogliente, racconta: “l’azienda è nata nel  2008 per volontà mia e di mio marito, sotto il segno di  una grande passione per la moda che presto si è tramutata in un’idea aziendale quando ha incontrato l’arte di alcuni amici: arte e passione così si sono coniugati in un’idea nuova e forte.” Poi,  Amedeo Quaranta Locatelli continua: ”Nel 2010 è stata presentata la prima collezione dei foulard d’arte accanto alle opere degli artisti: è stata un’idea feconda e innovativa accostare l’opera d’arte alla moda.  Al Maschio Angioino è seguita poi  la premiazione come eccellenze napoletane con i nostri foulard. E poi a Milano, nella rassegna d’ arte e moda, i nostri foulard d’arte hanno ancora rappresentato questo rinnovato aspetto artistico e passionale. I nostri artisti realizzano una serie di opere e, a seguito di un’attenta selezione, poi nasce in quel connubio il  nostro foulard d’arte”.

L’idea dunque di una stretta collaborazione con gli artisti viene alla luce proprio dalla volontà di ricreare anche  il legame con la nostra terra, riproponendo in motivi nuovi la cultura, l’arte, la storia, le sensazioni vive che ci legano a questa città. In particolar mondo i foulard seguono le linee dell’espressionismo astratto,  proposto dall’artista Midori McCabe, dove i  colori diventano vera poesia e sembrano evocare, nei disegni astratti, quel senso di intrigante ignoto che  prende forma nella soavità dalla seta, come in veri quadri. Colori così luminosi e intensi, così caldi e pieni di energia,  da provocare stupore, tanto lussureggianti da rievocare quelli della nostra terra: vere opere d’arte in quanto espressioni assolute di libertà impulsiva, intuitiva e istintiva; vivide rappresentazioni, cariche di suggestioni sensoriali,  come un mare luminoso e un cielo terso, ricche di cromatismi accesi e abbaglianti immagini, espressioni di purezza emotiva e pienezza sensoriale, piene di quei toni e sfumature che ricordano la solarità della nostra terra.  Altra fonte di ispirazione artistica per le creazioni di  Locateli Quaranta è la pop art di Anthon Mansueto. La sua arte impressa su quei foulard prende così forme inaspettate, varie e multiformi: gioiose, esplosive, dinamiche e colorate. Le cravatte poi vengono realizzate artigianalmente, interamente fatte a mano, con una quantità di seta maggiore e con dettagli unici e particolari che sottolineano l’attenzione per la qualità, ma anche per l’innovazione che rende il particolare nuovo e creativo. Infatti, Silvana Di Giovanni precisa: “chi indossa questi foulard o queste cravatte decide di indossare una piccola opera d’arte: esclusiva e unica. Un’opera di moda, potremmo dire, che cerca di portare il segno della creatività napoletana, attraverso i colori e le sensazioni di calore e di passionalità, ma anche di rinnovarla fortemente: l’azienda  così si aggancia alla tradizione,ma la rinnova anche completamente.” Così sul banco un’esposizione raffinata di  papillon, cravatte e foulard regalano ai sensi piacevole voluttuosità, in quanto vere espressioni artistiche, legate ad una filosofia di creazione eccellente, tanto da meritare nel 2014, dalla Fondazione Valenzi, proprio il Premio Napoli Eccellente.

Proprio queste creazioni indicano quell’attenzione esclusiva che Silvana Di Giovanni  dedica ai suoi clienti: nella scelta dei materiali, nei quadri da realizzare, nei colori, nelle tendenze, sempre attenta alle richieste dei clienti, alle personalità da soddisfare, alla cura dei dettagli anche nei rapporti e nella vendita: un mondo di esclusività appassionante, di  relazioni attente e di produzioni simboliche che Silvana, con spirito creativo e con pronta disponibilità, costruisce con grande sapienza e determinazione.  “Passione, creatività, amore per la moda e tanto spirito di sacrificio”, dice Silvana, “sono gli elementi fondamentali che costituiscono l’essenza  delle nostre produzioni.”

La  scrittrice Francesca Vitelli  ha intervistato Silvana Di Giovanni in un libro intitolato Di lava e d’acciaio, segnalandola tra le imprenditrici vulcaniche della nostra terra. Silvana a tal proposito  precisa:tutto ciò che abbiamo realizzato è nato da una nostra esclusiva idea; con le nostre sole forze e con tanto sacrificio abbiamo creduto nel nostro progetto. Un progetto innanzitutto familiare, che ci ha coinvolto con passione e ci ha spinto ad andare oltre tutte le difficoltà. La cura e  la dedizione è la strada certa  per realizzare i propri sogni !” Anche il figlio di Silvana e  di Amedeo Quaranta Locatelli, Marco, fotografo e social media Editor,  segue con la stessa determinazione l’azienda familiare, proponendo i prodotti,  scoprendo le vie del marketing in rete e soprattutto realizzando shoots fotografici che mettano in luce l’arte della città, i suoi colori, la sua vita, i suoi valori e quel forte e indissolubile legame tra la  tradizione culturale e la voglia di rinnovarsi nel rispetto dell’amore per l’arte, proprio attraverso le scelte della moda. Le loro creazioni, infatti,  raccontano storie di maestria e presentano lo spirito di chi poi le porterà con un tocco di originalità e amore per l’eccellenza e per la cura verso sé stessi.

La  manualità e l’estro qui  si sposano in un unicum di  arte e moda, che vive e si  pone in essere in  un intreccio inestricabile tra materia e forma, arte e tessuti: idee che vivono in forme delicate e fruibili, ma anche originali e preziose; queste sono le esclusive  produzioni di Quaranta Locatelli.

L’azienda Quaranta Locatelli ringrazia l’Istituto Francesco Saverio Nitti di Napoli per averci scelto per il progetto “Alternanza Scuola Lavoro” e per la brillante narrazione.

Fonte: I.I.S.S. “Nitti” Progetto “Napoli Artigianato Artistico” a cura della Fondazione “Mele”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *